414 vedute di Napoli

Condividi

Passeggiata dalla Certosa di San Martino al centro, discendendo la scalinata tra le più antiche della città

Scalinata storica di Napoli che dalla collina del Vomero scende fino a Corso Vittorio Emanuele, la Pedamentina San Martino venne realizzata nel ‘500 sull’impianto della strada preesistente, nata nel XIV secolo per agevolare il trasporto dei materiali necessari alla realizzazione della Certosa di San Martino. 

Un tratto della Pedamentina San Martino

Partendo dalla città bassa, il mezzo migliore per raggiungere il Vomero e percorrere così la scalinata in discesa è la Funicolare Centrale. Da Piazzetta Duca d’Aosta, a pochi passi da via Toledo e dal Teatro San Carlo, si raggiunge velocemente Piazza Ferdinando Fuga, nel cuore della Napoli borghese.

Funicolare Centrale, stazione di Piazza Ferdinando Fuga (foto di Armando Mancini)

Arrivati al Vomero si consiglia una visita al Castel Sant’Elmo, voluto da Roberto d’Angiò nel 1329, conquistato dai repubblicani durante i moti del 1799, divenuto poi prigione e caserma, oggi museo del Novecento napoletano, e alla Certosa di San Martino, sede del Museo Nazionale di S. Martino. Dal convento si arriva al Belvedere San Martino, dove comincia la scalinata.

Veduta di Castel Sant’Elmo, 1860-70 circa (foto di Giorgio Sommer)
Castel Sant’Elmo e la Certosa di San Martino (foto di LaurPhil)
Chiostro grande della Certosa di San Martino, splendido esempio del barocco seicentesco

La Pedamentina costeggia gli orti della Certosa e scende lentamente verso il centro di Napoli, offrendo meravigliosi scorci di mare, tetti e giardini. Pochi turisti percorrono solitamente i suoi quattrocentoquattordici gradini, permettendo di ammirare il golfo circondati da un insolito silenzio. 

Girdini pensili della Certosa di San Martino
Via Pedamentina a San Martino

Condividi

2 pensieri riguardo “414 vedute di Napoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *