Da Monet a Andy Warhol, in mostra a Siena i capolavori della Johannesburg Art Gallery

Condividi

“Il sogno di Lady Florence Phillips” è la mostra di Opera-Civita, promossa dal Comune di Siena. Circa 70 opere ripercorrono più di un secolo di storia dell’arte, spaziando all’Europa all’Africa

Nel complesso museale di Santa Maria della Scala, di fronte all’abbagliante marmo bianco della sublime Cattedrale di Siena, sono esposte 64 opere della Johannesburg Art Gallery, il più importante museo d’arte africano. Il museo fu fondato nel 1910 da Lady Florence Phillips, collezionista d’arte sudafricana e moglie del magnate delle miniere Lionel Phillips, con il sogno di creare nel suo paese un centro artistico di rilievo internazionale e dare visibilità all’arte africana.

Santa Maria della Scala
Complesso museale di Santa Maria della Scala, Piazza del Duomo
Duomo di Siena
Duomo di Siena (foto di Gilbert Sopakuwa)
Johannesburg Art Gallery
Johannesburg Art Gallery

La mostra “Il sogno di Lady Florence Phillips”, a cura di Simona Bartolena, sarà aperta al pubblico fino al 10 gennaio. Presenta le opere dei principali artisti europei dalla metà dell’Ottocento fino alla fine del Novecento, dall’Impressionismo alla Pop Art, tra i quali Monet, Degas, Van Gogh, Turner, Matisse, Cézanne, Modigliani, Bacon, Picasso e Andy Warhol. Nell’ultima sala sono esposte anche opere dei maggiori artisti africani del Novecento.

il sogno di lady florence phillips siena
L. E. Boudin, Il porto di Trouville, 1894-1897 circa
il sogno di lady florence phillips siena
P. Cézanne, I bagnanti
il sogno di lady florence phillips siena
P. Picasso, Donna con collana, 1947

Un’altra interessante mostra d’arte in corso a Siena, ospitata a Palazzo Piccolomini, è un’esposizione di oltre cento opere di Salvador Dalì, tra sculture, vetri, illustrazioni e oggetti d’arredo. “Salvador Dalì a Siena, da Galileo Galilei al Surrealismo”, organizzata da The Dalì Universe, indaga in particolare il rapporto tra l’artista catalano e la scienza.


Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *